CHI SIAMO

 

QUALI SONO LE NOSTRE PRIORITÀ

Vogliamo creare dei capi iconici. I nostri abiti non seguono le tendenze del momento. L’obiettivo di ogni singolo pezzo è quello di poter essere indossato per molto tempo. Vogliamo discostarci dalla mentalità usa e getta a favore di acquisti più consapevoli nel settore della moda. Quindi il nostro approccio, come marchio ecologico del mondo della moda, è quello di ridurre i consumi e puntare a un armadio con meno capi ma di qualità più alta. Noi non consideriamo la moda un trend, bensì uno stile di vita. Se fossimo poi noi a dar vita ad una “tendenza”, saremmo ben lieti che si trattasse di uno stile di vita positivo.

P.S.: agire in modo consapevole per il nostro ambiente, ma anche per i nostri clienti e collaboratori ci viene naturale.

 

Come materia prima utilizziamo il bambù, perché sia la coltivazione che il disboscamento di questa pianta sono ecosostenibili.

Il bambù cresce in maniera straordinariamente rapida, in alcuni casi anche un metro al giorno. Ciò significa che può essere utilizzato in grandi quantità senza che la sua esistenza venga messa a repentaglio. A differenza dei normali alberi, inoltre, quando il bambù viene abbattuto non muore tutta la pianta. Le graminacee, a cui appartiene anche il bambù, sviluppano un sistema di radici sotterranee che ne consentono una rapida rigenerazione e lo sviluppo di nuovi gambi. Questa proprietà consente anche di incamerare una quantità elevata di anidride carbonica dall’aria, quindi le piante di bambù riescono ad assorbire fino a quattro volte più CO2 degli altri tipi di alberi. Nel piantare e abbattere il bambù per le nostre stoffe non vengono utilizzati fitofarmaci.

 

Il nostro produttore di tessuti è certificato Öko-Tex 100.

Il nostro fornitore di tessuti è il più antico produttore specializzato in bambù della Cina. Si attiene in maniera rigorosa agli standard OCIA/NOP e utilizza solo bambù al 100% sostenibile prodotto senza l’impiego di pesticidi. La lavorazione viene realizzata attenendosi ad elevati standard ecologici. Tutte le sostanze utilizzate per la produzione di viscosa di bambù vengono filtrate e se possibile riutilizzate. Sono rispettate tutte le disposizioni di legge, ad esempio per evitare emissioni. Per la colorazione dei tessuti vengono utilizzati esclusivamente colori azo-free (privi di metalli pesanti) e di origine vegetale. Inoltre testiamo anche altri materiali sostenibili come EcoVero, per utilizzare anche in futuro esclusivamente tessuti ecocompatibili.

 

L’approccio con le nostre sarte è eticamente corretto, e ricevono un adeguato compenso.

La produzione è realizzata nella nostra fabbrica nel distretto di Qingpu, nella municipalità di Shanghai. La maggior parte delle sarte lavora per noi già da molti anni. A differenza di quanto accade in altre fabbriche in China non impieghiamo immigrati. Tutte le nostre 50 collaboratrici provengono dalla stessa zona in cui si trova lo stabilimento produttivo. I nostri salari sono equi (superiori al salario minimo), prestiamo attenzione alla coesione sociale e durante il lockdown causato dal Covid-19 non abbiamo licenziato nessuna collaboratrice. Inoltre nell’introdurre nuovi tessuti e capi cerchiamo di collaborare con produttori locali europei.

 

Vogliamo evitare la produzione di rifiuti e per i nostri imballaggi siamo passati a buste per l’invio riciclabili.

La nostra nuova confezione viene stampata con colori a base acqua e quindi è riciclabile al 100%. Una polybag in amido di mais (quindi NON in plastica e inoltre la variante più costosa sul mercato per gli imballaggi) verrà impiegata da giugno. È compostabile, ossia si distrugge da sola nel tempo, esattamente come, ad esempio, una buccia di banana. Inoltre a breve offriremo la possibilità di ordinare i nostri prodotti via DHL Green.

 

QUALI SONO LE NOSTRE PRIORITÀ

Vogliamo creare dei capi iconici. I nostri abiti non seguono le tendenze del momento. L’obiettivo di ogni singolo pezzo è quello di poter essere indossato per molto tempo. Vogliamo discostarci dalla mentalità usa e getta a favore di acquisti più consapevoli nel settore della moda. Quindi il nostro approccio, come marchio ecologico del mondo della moda, è quello di ridurre i consumi e puntare a un armadio con meno capi ma di qualità più alta. Noi non consideriamo la moda un trend, bensì uno stile di vita. Se fossimo poi noi a dar vita ad una “tendenza”, saremmo ben lieti che si trattasse di uno stile di vita positivo.

P.S.: agire in modo consapevole per il nostro ambiente, ma anche per i nostri clienti e collaboratori ci viene naturale.

 

Come materia prima utilizziamo il bambù, perché sia la coltivazione che il disboscamento di questa pianta sono ecosostenibili.

Il bambù cresce in maniera straordinariamente rapida, in alcuni casi anche un metro al giorno.Ciò significa che può essere utilizzato in grandi quantità senza che la sua esistenza venga messa a repentaglio. A differenza dei normali alberi, inoltre, quando il bambù viene abbattuto non muore tutta la pianta. Le graminacee, a cui appartiene anche il bambù, sviluppano un sistema di radici sotterranee che ne consentono una rapida rigenerazione e lo sviluppo di nuovi gambi.

Questa proprietà consente anche di incamerare una quantità elevata di anidride carbonica dall’aria, quindi le piante di bambù riescono ad assorbire fino a quattro volte più CO2 degli altri tipi di alberi. Nel piantare e abbattere il bambù per le nostre stoffe non vengono utilizzati fitofarmaci.

 

Il nostro produttore di tessuti è certificato Öko-Tex 100.

Il nostro fornitore di tessuti è il più antico produttore specializzato in bambù della Cina. Si attiene in maniera rigorosa agli standard OCIA/NOP e utilizza solo bambù al 100% sostenibile prodotto senza l’impiego di pesticidi. La lavorazione viene realizzata attenendosi ad elevati standard ecologici. Tutte le sostanze utilizzate per la produzione di viscosa di bambù vengono filtrate e se possibile riutilizzate. Sono rispettate tutte le disposizioni di legge, ad esempio per evitare emissioni. Per la colorazione dei tessuti vengono utilizzati esclusivamente colori azo-free (privi di metalli pesanti) e di origine vegetale. Inoltre testiamo anche altri materiali sostenibili come EcoVero, per utilizzare anche in futuro esclusivamente tessuti ecocompatibili.

 

L’approccio con le nostre sarte è eticamente corretto, e ricevono un adeguato compenso.

La produzione è realizzata nella nostra fabbrica nel distretto di Qingpu, nella municipalità di Shanghai. La maggior parte delle sarte lavora per noi già da molti anni. A differenza di quanto accade in altre fabbriche in China non impieghiamo immigrati.
Tutte le nostre 50 collaboratrici provengono dalla stessa zona in cui si trova lo stabilimento produttivo.
I nostri salari sono equi (superiori al salario minimo), prestiamo attenzione alla coesione sociale e durante il lockdown causato dal Covid-19 non abbiamo licenziato nessuna collaboratrice. Inoltre nell’introdurre nuovi tessuti e capi cerchiamo di collaborare con produttori locali europei.

 

Vogliamo evitare la produzione di rifiuti e per i nostri imballaggi siamo passati a buste per l’invio riciclabili.

La nostra nuova confezione viene stampata con colori a base acqua e quindi è riciclabile al 100%. Una polybag in amido di mais (quindi NON in plastica e inoltre la variante più costosa sul mercato per gli imballaggi) verrà impiegata da giugno. È compostabile, ossia si distrugge da sola nel tempo, esattamente come, ad esempio, una buccia di banana. Inoltre a breve offriremo la possibilità di ordinare i nostri prodotti via DHL Green.